AEROMEDIA
The Italian Aerospace Information Web
by Aeromedia - corso Giambone 46/18 - 10135 Torino (Italy)


Risultati Airbus 2006 – ordini e consegne
Airbus 2006 Results – Orders and Deliveries
Airbus A 319-132 EC-JQU Plaza de Espana della Air Mardid. Aeroporto Malpensa, giugno 2006. (Aeromedia)
Airbus A 319-132 EC-JQU “Plaza de Espana” of Air Mardid. Malpensa airport, Italy, June 2006. (Aeromedia)
Come annunciato oggi da EADS, sebbene l’elaborazione dei risultati finanziari sia ancora in corso, si prevede che probabilmente - per il 2006 - Airbus registrerà un EBIT (ricavo pre-tasse) negativo. Ciò nonostante, nell’anno appena concluso, il costruttore europeo ha continuato ad incrementare il numero degli aeromobili consegnati, mentre registra anchee il suo secondo miglior anno in termini di ordini.
Airbus ha consegnato 434 aeromobili, per un valore stimato di circa 26 miliardi di euro. Le consegne effettuate nel 2006 comprendono 339 aeromobili della famiglia a corridoio singolo, nove A 300 cargo ed 86 aeromobili wide-body per il lungo raggio. Attualmente il numero delle consegne totali ammonta a 4.564 velivoli.
Grazie ad 824 ordini lordi, Airbus ha conseguito il secondo migliore anno in termini di vendite. Questi ordini rappresentano il 44% del mercato, ed includono 673 aeromobili a corridoio singolo, 134 tra Airbus A 330, A 340 ed A 350, oltre a 17 A 380. Gli ordini netti sono 790 e rappresentano una quota pari al 43% del totale. Con un valore di 75,1 miliardi di dollari sulla base del prezzo di listino gli ordini lordi rappresentano il 40% del mercato in valore.
Alla fine del 2006 Airbus registra un portafoglio ordini di 2.533 aeromobili in consegna, che costituiscono il 51% degli aeromobili superiori ai 100 posti ancora da consegnare. Questo valore risulta esser in crescita del 17% rispetto al portafoglio ordini dell’anno scorso ed equivale a cinque anni di produzione agli attuali ritmi produttivi estremamente serrati. Si tratta del portafoglio ordini più grande in tutta la storia di Airbus e dell’industria dell’aviazione.
Lo sviluppo tecnico del programma Airbus A 380 ha rispettato in pieno le tappe e, nel mese di dicembre, ha portato alla Certificazione di Tipo congiunta EASA e FAA. La certificazione è una testimonianza dell’integrità tecnica dell’aeromobile, nonostante le difficoltà produttive che hanno portato ai ritardi nelle consegne degli A 380.
Nel 2006 Airbus ha ricevuto il via libera per il lancio industriale del suo nuovissimo aeromobile a lungo raggio della Famiglia A 350 XWB da 270-350 posti, il cui primo esemplare entrerà in servizio a partire dal 2013. Inoltre ha presentato ai clienti un nuovo cargo wide-body, l’Airbus A 330-200F.
“La stima dei risultati finanziari 2006 riflette le difficoltà affrontate durante l’anno, dovute in particolare ai ritardi nelle consegne dell’A 380”, ha dichiarato Louis Gallois, Presidente e CEO di Airbus. “Le stime comprendono inoltre il lancio dell’Airbus A 350 XWB e l’impatto finanziario del Power8, originariamente previsto per il 2007. Stiamo chiaramente preparando il terreno per una nuova Airbus”.
Le difficoltà del 2006, compresa l’indebolimento del dollaro USA rispetto all’Euro, hanno imposto ad Airbus di compiere un grandissimo sforzo. Airbus è ora impegnata nello sviluppo del suo nuovo piano di competitività chiamato Power8. Il programma si occuperà di tutti gli aspetti dell’azienda per renderla più snella, più integrata, più efficiente e più produttiva. “Power8 ci garantirà in futuro successo e redditività e la capacità di servire i nostri clienti ancora meglio di quanto sia stato fatto in passato”, ha aggiunto Louis Gallois.

(Da un comunicato stampa Airbus, Tolosa (Francia) – 17 gennaio 2007)

While work on the completion of the financial results is still ongoing, it is estimated that Airbus will probably deliver a negative EBIT contribution for the full year of 2006, as EADS announced today. Nevertheless, in 2006, Airbus continued to increase its deliveries to the highest level ever, while achieving its second best year ever in terms of sales numbers.
Airbus delivered 434 aircraft, leading to a turnover estimated at approx. 26 billion Euros. The 2006 deliveries include 339 Single Aisle Family aircraft, nine A 300 Freighters and 86 wide-body long range airliners. Total deliveries now stand at 4,564 aircraft.
With 824 new gross orders, Airbus achieved its second best year in terms of sales. These orders make up for 44 per cent of the market, and include 673 Single Aisle aircraft, 134 A 330s, A 340s and A 350s as well as 17 A 380s. Net order intake stand at 790, making a 43 per cent share. Valued at US $ 75.1 billion at catalogue prices, the gross orders make for 40 percent of the total transaction values.
At the end of 2006, Airbus has a total of 2,533 aircraft on order still to be delivered, making for 51 per cent of the backlog of aircraft above 100 seats. This is 17 per cent above the record backlog of last year and represents, at current very high production rates, five years of production. This is the highest backlog in the entire history of Airbus and of the aviation industry.
The technical development of the A 380 programme has gone very well, leading to the joint EASA and FAA type certification of the all-new double deck A 380 in December. This is a testimony to its technical integrity, despite the industrial issues that led to the delays in the A 380 deliveries.
In 2006, Airbus also received the go-ahead for the industrial launch for its brand new 270-350 seat long range A 350 XWB Family, of which the first member is due to enter service in 2013. And it began offering customers a new wide-body freighter, the A 330-200F.
“Our financial estimate is a consequence of our 2006 turbulences – in particular reflecting the effect of the A 380 delay. We are also taking into account the launch of the A 350 XWB and the financial impact of Power 8, which we originally expected for 2007,” says Airbus President and CEO Louis Gallois. “Clearly we are cleaning the grounds and preparing for a new Airbus.”
The turbulences of 2006 - in particular the ever weaker US dollar - require Airbus to make a major effort. Airbus will now begin implementing the new competitiveness programme called Power 8. This programme looks at all aspects of the company to make it leaner, more integrated, more efficient and more productive. “Power8 is the condition to ensure our success and profitability in the future, and that we shall be able to serve our customers even better”, he added.

(From a press release by Airbus, Toulouse (France) – January 17, 2007)