AEROMEDIA
The Italian Aerospace Information Web
by Aeromedia - corso Giambone 46/18 - 10135 Torino (Italy)


AirOne più vicina all’acquisto di Alitalia
AirOne Closer to Alitalia Buy Out
Boeing B.777-243 Extended Range EI-DDH “Tropea” operato da Alitalia (2007). (Aeromedia)
Boeing B.777-243 Extended Range EI-DDH “Tropea” operated by Alitalia (2007). (Aeromedia)
Il 27 giugno, il Presidente di AirOne Carlo Toto ha incontrato le Organizzazioni Sindacali e le Associazioni professionali di Alitalia, nell’ambito della procedura di privatizzazione del vettore nazionale. AirOne, tramite la AP Holding e con il supporto di Intesa San Paolo, è rimasto uno degli ultimi due pretendenti all’acquisizione della quota statale di Alitalia (49,9% del totale) od almeno del pacchetto minimo del 39,9%. Nella stessa giornata, infatti, l’Aeroflot ha annunciato, non senza toni polemici, il ritiro della propria offerta. L’altra cordata rimasta in lizza per la presentazione finale delle offerte (23 luglio) è rappresentata dai fondi privati Mattlin Patterson.
L’incontro tra Toto ed i sindacalisti è servito per illustrare le linee guida dell’eventuale piano di rilancio dell’Alitalia se l’offerta di AirOne risulterà quella vincente. Toto ha dichiarato “E’ possibile risanare e rilanciare l’Alitalia, restituendo al nostro Paese una compagnia di bandiera competitiva ed efficiente. Il nostro è un piano rigoroso che prevede investimenti rilevanti per assicurare non solo il risanamento, ma soprattutto lo sviluppo della Compagnia, attraverso un processo di crescita qualitativa della rete di collegamenti e della flotta. L’Alitalia potrà diventare la quarta compagnia aerea europea. Per farlo, però, bisogna che la sua competitività e produttività tornino ad essere in linea con il mercato”.
Al termine della riunione Toto ha aggiunto: “Sono soddisfatto dell’incontro: è fondamentale che si instauri fin da principio un rapporto sereno e costruttivo con i sindacati, pur nel rispetto dei rispettivi ruoli. Oggi è iniziato un confronto su temi complessi che dovrà proseguire con doverosi approfondimenti nei prossimi giorni. Qualora AP Holding/Air One dovesse aggiudicarsi la gara per la privatizzazione di Alitalia, mi auguro che il percorso avviato consenta a tutte le parti di affrontare in modo responsabile e rigoroso la difficile situazione della compagnia”. A margine delle dichiarazioni improntate all’ottimismo, è emerso che il business plan della AP Holding per il rilancio Alitalia prevede alcune migliaia di esuberi, la maggior parte tra il personale di terra, entro il 2012.
Nella fatidica giornata del 27 giugno, si è riunita anche l'Assemblea ordinaria e straordinaria degli Azionisti Alitalia. Essa ha approvato il bilancio 2006 e la copertura parziale della perdita di esercizio dallo stesso emergente, pari ad Euro 606.621.932, mediante utilizzo di riserve presenti nel patrimonio della Società, rinviando a nuovo la perdita residua di Euro 464.866.213. L’Assemblea ha anche esaminato la situazione patrimoniale al 31 marzo 2007, deliberando di coprire parzialmente la complessiva perdita di Euro 649.166.911 - quale risultante dalla somma della perdita del periodo 1° gennaio - 31 marzo 2007 (Euro 134.519.977) e di quella al 31 dicembre 2006 rinviata a nuovo - mediante l'integrale utilizzo di riserve presenti nel patrimonio della Società. Conseguentemente la perdita si è ridotta ad Euro 498.879.451.

(Da un comunicato stampa AP Holding, Roma 27 giugno 2007)

On June 27, 2007, Carlo Toto, President of AirOne, the main Italian private airline, met the Unions representing Alitalia personnel. AirOne, through AP Holding and with the backing of Intesa San Paolo Bank, is one of the two remaining bidders to buy out a Government-owned stake in Alitalia. In fact, the same day, Aeroflot announced it is no longer interested in making an offer for Alitalia. The other remaining bidder is Mattilin Patterson, an American private fund investor.
During the meeting, Toto highlighted a prospective business plan aimed at restoring the situation of Alitalia, although with some thousand redundant ground staff by 2012. If AP Holding/AirOne is chosen as the Alitalia buyer, an extensive recovery plan will be implemented to expand the network, renew the fleet and reduce structural costs. This combined action is envisaged to place Alitalia as the fourth player in the future European airline market.
The Alitalia shareholder General Assembly, held on June 27, approved the 2006 balance and decided to partially cover the losses of Euro 606,621,932 from their cash reserve, reducing the 2006 losses to Euro 464,866,213. The Assembly examined also the financial situation at May 31, 2007, deliberating to partially cover the combined losses of Euro 649,166,911 (residual 2006 losses plus 2007 First Quarter losses of Euro 134,519,977) from the company cash reserve. Consequently the resulting losses have been reduced to Euro 498,879,451.

(From a press releases by AP Holding, Rome, Italy June 27, 2007)