AEROMEDIA
The Italian Aerospace Information Web
by Aeromedia - corso Giambone 46/18 - 10135 Torino (Italy)


Fatturato ATR + 30% nel 2006
ATR Turnover Grows 30% in 2006
ATR 42-500 SP-EDC operato dalla polacca Eurolot, in atterraggio a Francoforte (2006). (Aeromedia)
ATR 42-500 SP-EDC operated by Eurolot of Poland, lands at Frankfurt in 2006. (Aeromedia)
In occasione dell’annuale conferenza stampa tenutasi a Parigi, Filippo Bagnato - CEO di ATR - ha annunciato il fatturato 2006 della joint-venture italo-francese: 700 milioni di dollari, con un aumento del 30% rispetto ai 542 milioni del 2005 (standard IAS). L’anno appena concluso ha confermato la forte ripresa del mercato dei turboelica regionali già evidenziatasi nel 2005.

Resoconto 2006

Dal gennaio 2006, ATR ha sottoscritto ordini per un totale di 63 aerei nuovi di fabbrica - 7 ATR 42-500 e 56 ATR 72-500 - più 25 opzioni (vedi tabella 1). Dal gennaio 2005, il totale degli ordini fermi è di bel 153 velivoli, confermando la poderosa ripresa del mercato dei turboelica ed, in particolare, il successo dei modelli ATR. Due acquirenti hanno chiesto di restare anonimi.
“Anche quest’anno abbiamo acquisito nuovi clienti che hanno valutato positivamente le qualità e le prestazioni dei nostri aerei”, ha detto Filippo Bagnato. “Oltre alla conferma del nostro successo in Europa ed Asia, abbiamo venduto 12 aerei a vettori africani, circa il 20% degli ordini totali ATR nel 2006”.
Dall’inizio del programma al 31 dicembre 2006, ATR ha venduto 837 aeromobili (401 ATR 42 e 436 ATR 72). L’attuale portafoglio ATR è formato da 126 operatori, compresi gli undici nuovi acquisiti nel 2006 (vedi tabella 4), in più di 70 paesi.
ATR ha consegnato 24 aerei nel 2006 rispetto ai 15 del 2005 (vedi tabella 2). Dall’inizio del programma alla fine del 2006, sono stati consegnati 713 aeroplani (390 ATR 42 e 323 ATR 72). Al 31 dicembre 2006, ATR ha ordini da evadere per 124 aeromobili, quasi il 40% in più rispetto al backlog dell’anno precedente (vedi tabella 3). Nel mercato specifico dei turboelica, ATR detiene il 60% degli ordinativi. Per affrontare l’aumento del volume produttivo, nel 2006 il personale è cresciuto del 18,5%. Al 31 dicembre 2006 ATR impiegava 642 addetti che aumenteranno sicuramente nel corso del 2007.
Il mercato degli ATR di seconda mano - gestito dal costruttore – è rimasto estremamente attivo per tutto il corso del 2006, continuando ad accrescere il valore residuo dei biturboelica franco-italiani. L’anno scorso ATR ha firmato contratti per 24 ATR 42 e 7 ATR 72 usati, 12 dei quali venduti in contanti. Nello stesso periodo ne ha consegnati 29 esemplari in vari paesi del mondo.
Nel 2006, ATR ha sviluppato in modo significativo le proprie capacità di supporto e l’offerta di servizi a livello internazionale. Per essere più vicino alla clientela, ATR ha spostato due dei propri centri di distribuzione ricambi. Uno da Tolosa all’aeroporto di Parigi/Roissy e l’altro da Washington a Miami.
Nel 2006 l’ordinativo per i ricambi ed i servizi di supporto è cresciuto del 20%. ATR, sempre l’anno scorso, ha anche firmato il suo più rilevante contratto GMA (Global Maintenance Agreement) con la Kingfisher Airlines. L’accordo da 50 milioni di dollari comprende la fornitura di ricambi ed il mantenimento in condizioni di volo dell’intera flotta di ATR 72-500 del vettore indiano. I pacchetti GMA si adattanoalle esigenze dei vari operatori e comprendono vari servizi di assistenza, migliorando l’operatività degli aerei e riducendo i costi generali di manutenzione.
Infine il centro addestramento di Tolosa ha messo in linea due simulatori Full-Flight Trainer (FFT) di ultima generazione. Queste attrezzature didattiche consentono di migliorare il livello addestrativo degli equipaggi a costi contenuti. In India è anche stato attivato il primo centro di addestramento gestito congiuntamente da ATR ed Air Deccan.

Prospettive per il 2007

ATR prevede di consegnare 44 aeroplani nuovi nel 2007 ed oltre 60 nel 2008. Questi numeri non mancheranno di influire positivamente sul fatturato della ditta che si attesterà sul miliardo di dollari, con ottimi riflessi sul bilancio economico e finanziario. Nel panorama del trasporto aereo regionale, i turboelica di nuova costruzione hanno un notevole potenziale di crescita, soprattutto nei mercati emergenti come la Russia, la Cina, l’Africa e l’America Latina. Senza dimenticare ulteriori opportunità di vendita nel Nord America.
Riguardo alle attività di supporto e servizio alla clientela, ATR ha inaugurato di recente un centro ricambi ad Auckland, in Nuova Zelanda, confermando l’impegno a rafforzare i legami con i clienti presenti e futuri nell’area del Pacifico. Inoltre ATR renderà presto noti i dettagli di un centro ricambi e di un centro manutenzione di prossima apertura in India, rispettivamente a Delhi e Bangalore.
ATR mantiene un impegno costante al miglioramento dei propri prodotti. All’inizio di gennaio 2007 Kingfisher Airlines ha ricevuto il primo turboelica in assoluto fornito di sistema IFE (In-Flight Entertainment) e di illuminazione LED (Light Emitting Diode) nell’intera cabina passeggeri. Il LED sarà montato di serie su tutti i nuovi velivoli, mentre l’IFE viene proposto come opzione. Durante l’anno il LED sarà anche disponibile per le luci di navigazione.
Per quanto concerne il miglioramento del comfort dei passeggeri, ATR sta lavorando su un progetto innovativo della cabina che potrebbe essere già presentato al prossimo Salone aeronautico di Parigi. Oltre ad un generale aggiornamento dell’avionica, gli ATR di prossima produzione saranno propulsi dai nuovi motori P&W 127M, con un prezioso 5% in più di potenza. La nuova motorizzazione dovrebbe essere certificata entro il primo semestre di quest’anno.
In un mondo sempre più preoccupato dello sviluppo sostenibile, dove le autorità preposte hanno incluso il trasporto aereo nell’European Emission Trade Scheme, ATR si propone come il “Protagonista Verde” del settore regionale. Su una tipica tratta di 200 miglia nautiche, il consumo di carburante per passeggero di un ATR 72 è di circa il 15% in meno di un auto media e del 70% in meno di un jet regionale. Questi dati appaiono ancora più significativi se correlati alle emissioni gassose: 1 tonnelata di carburante bruciato corrisponde a 3 tonnellate di CO2 imesse nell’atmosfera.

(Da un comunicato stampa ATR (Avions de Transport Régional), Tolosa, Francia – 25 gennaio 2007)

On the occasion of the ATR annual press conference, which took place today in Paris, Filippo Bagnato, ATR CEO has announced a turnover of US $ 700 million in 2006, a growth of about 30% compared to the previous year (US $ 542 million revenues in 2005, based on IAS standard). 2006 has confirmed the strong recovery of the turboprop market already experienced in 2005.

2006 Status

Since January 2006 ATR has booked orders (see figure 1) for a total of 63 new aircraft worldwide - 7 ATR 42-500 and 56 ATR 72-500 - plus 25 options (153 firm orders since January 2005), thus confirming the recovery of the turboprop market and the success of its products. Some orders have not been yet unveiled.
“Once again this year we have entered new customers convinced of the qualities of our aircraft in terms of economics, environment and comfort”, declared Filippo Bagnato. “In addition to the confirmation of our commercial success in Europe and Asia, orders from African operators lifted up to 12 aircraft, which represents 20% of ATR order intakes in 2006”.
From the beginning of the programme, ATR has sold 837 aircraft (401 ATR 42s and 436 ATR 72s), through 31 December 2006. ATR portfolio is today composed of 126 operators, including 11 new operators in 2006 (see figure 4), in more than 70 countries.
ATR has delivered 24 aircraft in 2006 versus 15 deliveries in 2005 (see figure 2). From the beginning of the programme, ATR has delivered 713 aircraft (390 ATR 42s and 323 ATR 72s), through 31 December 2006. ATR has a backlog of 124 aircraft through 31 December 2006, an increase of some 40% compared to 2005 (see figure 3). ATR market share in 2006 is about 60%. To face the strong production ramp up, the company staff has increased of 18,5% in 2006. ATR workforce is of 642 employees through 31 December 2006. An additional increase is scheduled in 2007.
The second-hand market still remains very dynamic and has experienced once again a strong activity in 2006, thus contributing to increase the residual value of the ATR aircraft. ATR posted 31 aircraft transactions (24 ATR 42s and 7 ATR 72s) including 12 cash sales. ATR delivered 29 second-hand aircraft.
In 2006, ATR has significantly developed its support and services capabilities worldwide. In order to be more reactive and closer to its customers, ATR has moved two of its spare parts distribution centers. One from Toulouse to Paris (Roissy).The other one from Washington to Miami.
Spare parts and services activities posted a strong increase in 2006 with 20% of additional orders. ATR also signed its biggest Global Maintenance Agreement (GMA) in 2006 with the Indian carrier Kingfisher Airlines. This US $50 million agreement covers spare parts and the maintenance of its fleet of ATR 72-500s. The GMA are adapted to the needs of each operator and include a large choice of services to make the aircraft operations easier and to reduce the maintenance costs.
Furthermore, the ATR training center in Toulouse has acquired two Full-Flight Trainer (FFT) last-generation flight simulators. These new simulators give the opportunity to the airlines to improve the training level of the flight crew while reducing costs. In India, the first training center managed by ATR and Air Deccan is already in operation.

Perspectives 2007

ATR plans to deliver 44 new aircraft in 2007 and more than 60 in 2008. This will allow ATR’s turnover to further grow and go around US $ 1 billion. Also, this confirms the ATR’s good economic and financial results. On the regional market, the new turboprop aircraft has a very important growing potential, including emerging markets such as Russia, China, Africa or Latin America. In North America, there are also additional turboprop sales opportunities.
Concerning support and services activities, ATR has recently opened a spare parts distribution center in Auckland, thus confirming the aim of the aircraft maker to strengthen the relationship with its existing and future customers in the Pacific area. In addition, ATR will unveil next month the opening of a spare parts distribution center and a customer support center in Delhi and Bangalore respectively.
ATR which is committed to a continuous process of improvement of its aircraft to meet the market needs, has announced an important «first» beginning of January 2007 with the delivery to Kingfisher Airlines of the world’s first turboprop aircraft equipped with In-Flight Entertainment (IFE) system and Light Emitting Diode (LED) in the whole cabin. The LED becomes a standard of the ATR aircraft. The IFE will be proposed as an option. The LED will be also available on the navigation lights in the course of this year.
In order to keep improving passengers comfort, ATR is working on an innovating cabin concept that could be unveiled at the next Paris Air Show in Le Bourget. ATR is also working to update the avionics of its aircraft. With a thrust increase of 5%, the P&W 127M engine will be certified in the course of the first semester 2007. It will allow the ATR aircraft to improve performance both on high and hot conditions.
In a world that is more and more concerned about the sustainable development, leading authorities to take drastic decisions (for example, the European Emission Trade Scheme has been extended to the aeronautics), ATR is the “Green Player” of the regional market. On a 200 Nm leg, the fuel consumption per passenger of an ATR 72 is about 15% less than a European standard car and 60% less than a 70-seater jet. These figures appear even more important when related to gaseous emissions: 1 tonne of burned fuel represents 3 tonnes of CO2 into the atmosphere.

(From a press release by ATR (Avions de Transport Régional), Toulouse, France – January 25, 2007)

TABELLA 1 – Aerei nuovi ordinati nel 2006 per ordine alfabetico degli operatori acquirenti
TABLE 1 – New aircraft orders in 2006 by alphabetical order of the airlines

Airline Country ATR 42-500 ATR 72-500
Aer Arann Ireland - 10
Airlinair France - 1
Finncomm Airlines Finland - 3
Government of Equatorial Guinea Equatorial Guinea 1 2
Kingfisher Airlines India - 15
NAYSA Spain - 4
Precision Air Services Tanzania 3 3
TACV Cape Verde 1 2
TransAsia Airways Taiwan - 2
TRIP Brazil - 7
Unveiled   2 7
Total   7 ATR 42-500s 56 ATR 72-500s

TABELLA 2 – Aerei nuovi consegnati nel 2006 per ordine alfabetico dei vettori
TABLE 2 – New aircraft delivered in 2006 by alphabetical order of the airlines

Airline Country ATR 42-500 ATR 72-500
Air Caledonie New Caledonia 1 1
Air Caraibes Guadeloupe - 1
Air Deccan India - 4
Air Madagascar Madagascar 1 -
Air Tahiti French Polynesia - 1
Binter Canarias Spain - 1
CCM Airlines France - 2
Finncomm Airlines Finland 3 -
Kingfisher Airliners India - 6
PIA Pakistan 3 -
Total   8 ATR 42-500s 16 ATR 72-500s

TABELLA 3 – Confronto fatturato e lavoro arretrato ATR
TABLE 3 – ATR Turnover and Backlog Comparison

  31/12/05 31/12/06 Variation
Turnover, in US DOLLARS milion 542 700 +30%
Backlog 89 124 +40%

TABELLA 4 – Nuovi operatori di ATR nel 2006 per ordine alfabetico
TABLE 4 – New ATR operators in 2006 by alphabetical order

Airline Country
Conviasa Venezuela
Government of Equatorial Guinea Equatorial Guinea
Fly 540 Kenya
Indonesian Air Transport Indonesia
NAYSA Spain
Nokair Thailand
Pacific Sun Fiji
Sun Air Egypt
Transmaldivian Maldives
Unveiled Unveiled
Unveiled Unveiled