AEROMEDIA
The Italian Aerospace Information Web
by Aeromedia - corso Giambone 46/18 - 10135 Torino (Italy)


L'X-43A della NASA vola a Mach 7
NASA's X-43A reached Mach 7
L'X-43A, montato sulla punta del razzo vettore Pegasus, inizia la salita a 29.000 metri. (NASA Dryden)
The X-43A, mounted on a modified Pegasus booster rocket, climbs to 59,000 ft. (NASA Dryden)
Il secondo esemplare del velivolo sperimentale ipersonico X-43A della NASA ha effettuato con successo la prima prova di volo libero con un motore scramjet "airbreathing". Il supersonic combustion ramjet (scramjet) del veicolo senza pilota si Ŕ acceso regolarmente ed ha funzionato per circa 10 secondi, il tempo per esaurire l'intera riserva di idrogeno contenuta nel serbatoio. L'X-43A ha raggiunto la strabiliante velocitÓ di Mach 7, peraltro prevista dal programma di ricerca ipersonica.
"E' stato veramente un giorno di grandi record," ha detto Larry Huebner, capo del gruppo "propulsione Hyper-X" del centro di ricerca NASA Langley. "Il veicolo ha compiuto la propria accelerazione in salita, restando poi perfettamente controllabile. Abbiamo battuto ogni record di velocitÓ per mezzi dotati di questo sistema propulsivo."
Il volo, organizzato dal NASA Dryden Flight Research Center, Ŕ iniziato alle 12.40 (ora della Costa Ovest) quando il B-52B della NASA, con l'X-43A sotto l'ala, si Ŕ staccato dalla pista della Edwards Air Force Base. L'X-43A, montato sulla punta di un razzo vettore Pegasus, Ŕ stato sganciato dall'aereo madre poco prima delle 14.00. Il razzo ha spinto l'X-43A fino all'altitudine prevista per la prova, a quasi 29.000 metri sopra l'Oceano Pacifico, dove l'X-43A si Ŕ separato dal booster per il suo brevissimo spunto a Mach 7. Dopo lo spegnimento dello scramjet, il veicolo senza pilota ha proseguito in volo planato per parecchi minuti, consentendo la raccolta di preziose informazioni sul proprio comportamento aerodinamico.
Il programma Hyper-X Ŕ condotto congiuntamente dal centro di ricerca NASA Langley in Virginia e dal centro di ricerche in volo NASA Dryden in California. La ATK GASL (ex MicroCraft) di Tullahoma, Tennessee, ha realizzato il veicolo ed il motore; i Phantom Works della Boeing, con sede ad Huntington Beach in California, hanno progettato e realizzato gli scudi termici ed i sistemi di bordo. Il booster Ŕ un razzo Pegasus, appositamente modificato per la missione, costruito dalla Orbital Sciences Corporation di Chandler (Arizona).

(Da un comunicato stampa NASA Dryden Flight Research Center, Edwards Air Force Base, Calif. (USA) - 27 marzo 2004)

NASA's second X-43A hypersonic research aircraft flew successfully today, the first time an airbreathing scramjet powered aircraft has flown freely. The unpiloted vehicle's supersonic combustion ramjet, or scramjet, ignited as planned and operated for the duration of its hydrogen fuel supply, which lasted about 10 seconds. The X-43A reached its test speed of Mach 7.
"It's been a great, record-breaking day," said Larry Huebner, NASA Langley Research Center's Hyper-X propulsion lead. "We achieved positive acceleration of the vehicle while we were climbing, and maintained outstanding vehicle control. This was a world-record speed for air-breathing flight," Huebner said.
The flight, originating from NASA's Dryden Flight Research Center, began at 12:40 p.m. PST, as NASA's B-52B launch aircraft carrying the X-43A lifted off the runway. The X-43A, mounted on a modified Pegasus booster rocket, was launched from the B-52B just before 2 p.m. The rocket boosted the X-43A up to its test altitude of about 95,000 ft. over the Pacific Ocean, where the X-43A separated from the booster and flew freely for several minutes following scramjet engine operation, in order to gather aerodynamic data.
NASA's Langley Research Center, Hampton, Va., and Dryden Flight Research Center, Edwards, Calif., jointly conduct the Hyper-X program. ATK GASL (formerly MicroCraft, Inc.) in Tullahoma, Tenn., built both the vehicle and the engine, and Boeing Phantom Works in Huntington Beach, Calif., designed the thermal protection and onboard systems. The booster is a modified Pegasus rocket built by Orbital Sciences Corp. Chandler, Ariz.

(From a press release by NASA Dryden Flight Research Center, Edwards Air Force Base, Calif. (USA) - March 27, 2004)