AEROMEDIA
Il web italiano di informazione aerospaziale
by Aeromedia - corso Giambone 46/18 - 10135 Torino (Italy)


Il misterioso Mil Mi-2 di Torino

Nell'ambito di un evento per il capodanno 2002, il relitto ammaccato di un vecchio elicottero "d'oltre cortina" Ť stato esposto in una piazza centrale di Torino. La misera carcassa, ridotta ad un guscio vuoto e dipinta a strisce zebrate bianche e nere, apparteneva ad un PZL-Swidnik Mil Mi-2 di costruzione polacca, velivolo molto diffuso tra gli anni '60 ed '80 nei paesi del Patto di Varsavia.
Tra i primissimi elicotteri biturbina al mondo, il Mil Mi-2 volÚ per la prima volta nel settembre 1961 (con la sigla V-2) e, dopo la fase di sviluppo iniziale condotta in Russia, venne prodotto in serie esclusivamente in Polonia. Tra il 1963 ed il 1993 ne furono costruito 5.320 esemplari in dodici versioni civili e militari. Denominato "Hoplite" nell'altrimenti irriguardoso codice ASCC* per gli aerei nemici, esso svolse principalmente ruoli di trasporto leggero, Polizia ed attacco al suolo, gli stessi affidati, nel campo occidentale, al contemporaneo Bell UH-1 Huey.
L'esemplare visto a Torino, dove Ť giunto al traino di un lugubre furgone con targa britannica, presenta tracce della livrea originale in grigioverde uniforme. Le vestigia delle coccarde lasciano poi pensare ad un probabile passato presso le forze armate di Ungheria, Bulgaria oppure Romania.
Francamente non si riesce ad intuire alcun significato positivo, tantomeno culturale, nell'accogliere il nuovo anno con l'esposizione al pubblico di un velivolo ridotto in tale stato.

* Air Standards Co-ordinating Committee

Nella foto: PZL-Swidnik Mil Mi-2 "Hoplite" esposto in una piazza di Torino, durante il capodanno 2002. (foto Aeromedia)

(Aeromedia, gennaio 2002)