AEROMEDIA
The Italian Aerospace Information Web
by Aeromedia - corso Giambone 46/18 - 10135 Torino (Italy)


Risultati Finmeccanica 2007
Finmeccanica Results 2007
Alenia Aeronautica C-27J Spartan 46-85/MM62231 (N.C. 132), sesto esemplarie per l’AMI, in atterraggio a Torino/Caselle nel marzo 2007. (Aeromedia)
Alenia Aeronautica C-27J Spartan 46-85/MM62231 (N.C. 132), sixth of the type for the IAF, lands in Turin/Caselle airport, March, 2007. (Aeromedia)
Finmeccanica migliora i propri risultati nel 2007 attraverso la crescita organica, confermando la stabilità e la qualità del proprio processo di sviluppo. I Ricavi aumentano a 13.429 milioni di euro rispetto a 12.472 milioni del 2006, con una crescita dell’8%. l’EBITA Adj* cresce dell’11% a 1.045 milioni di euro; in particolare quello di Aeronautica, Difesa e Sicurezza cresce di oltre 200 milioni di euro. L’Utile netto è pari a 521 milioni di euro. Escludendo le operazioni straordinarie, che hanno influenzato sia il 2007 che il 2006, la crescita è del 49% (503 milioni contro 337 milioni). Il Free Operating Cash Flow al 31 dicembre 2007 è positivo per 375 milioni di euro.
Gli Ordini crescono del 14% a 17.916 milioni di euro; il portafoglio ordini cresce del 10% a 39.304 milioni e risulta equivalente a circa tre anni di produzione. Il ROI cresce al 18,9% rispetto al 17,7% del 2006, evidenziando l’attenzione del management del Gruppo verso investimenti caratterizzati da adeguata redditività. L’indebitamento finanziario netto è pari a 1.158 milioni rispetto agli 858 del 31 dicembre 2006.
Resta confermata la solidità dello stato patrimoniale (rapporto debt/equity: 21%). L’EPS (earning per share), al netto delle operazioni straordinarie e degli interessi di minoranza, cresce del 53% rispetto al 2006. Gli investimenti in Ricerca e Sviluppo sono pari a 1.836 milioni di euro (+3%), equivalenti al 14% dei ricavi. L’organico è pari a 60.748 persone rispetto alle 58.059 al 31 dicembre 2006 con un aumento di 2.689 unità dovuto al turnover positivo ed alla crescita delle attività.

Eventi di rilievo del 2007 e quelli intervenuti dopo la chiusura del periodo

Il 7 febbraio AgustaWestland e Boeing hanno sottoscritto un Memorandum di Intesa per la produzione congiunta della prossima generazione di elicotteri da trasporto logistico Chinook per l’Esercito italiano e per altri futuri progetti di velivoli a decollo verticale.
Il 9 febbraio le Ferrovie russe, il gruppo Ferrovie dello Stato e Finmeccanica hanno firmato un protocollo d’intesa relativo a progetti internazionali di interesse comune, in particolare nel campo dell’Alta Velocità. Il primo atto di questa collaborazione riguarderà l’Arabia Saudita con il progetto Alta Velocità Jedda-Mecca-Medina del valore stimato di circa 6 miliardi di dollari. Nel corso del mese di marzo Finmeccanica ha firmato un nuovo accordo di cooperazione industriale con le Ferrovie russe che definisce tempi e modalità per progetti di interesse prioritario quali lo sviluppo di un nuovo treno regionale, sistemi di Safety & Security, un sistema di osservazione satellitare per il monitoraggio del suolo. In data 5 luglio 2007, Finmeccanica, Ferrovie dello Stato e le Ferrovie russe (RZD) si sono pre-qualificate per la suddetta gara.
Il 14 febbraio Selex Sistemi Integrati e l’azienda indiana BHEL – Bharat Heavy Electricals Ltd – hanno siglato un Memorandum of Understanding per una collaborazione nel campo della radaristica e delle tecnologie del settore.
Il 20 febbraio è stato siglato un accordo intergovernativo tra il Ministero italiano dello Sviluppo Economico ed il Ministero dell’Industria e dell’Energia della Federazione russa con riferimento agli accordi industriali in essere tra Finmeccanica e Sukhoi Aviation Holding e le rispettive controllate Alenia Aeronautica S.p.A. e Sukhoi Civil Aircraft Company (SCAC) relativi al programma della famiglia di jet regionali da 75-100 posti “SuperJet 100”. Nel mese di giugno 2007, è stato perfezionato l’accordo tra Alenia Aeronautica S.p.A. e SCAC. In base a tale accordo, Alenia Aeronautica acquisirà una quota del 25% più un’azione di SCAC e avrà diritto ad una corrispondente partecipazione al programma. In seguito, nel settembre 2007, Alenia Aeronautica S.p.A. e Sukhoi hanno costituito una joint-venture (51% Alenia Aeronautica S.p.A. e 49% Sukhoi) con sede in Italia che è responsabile dell’attività di marketing, vendita e consegna sul mercato occidentale, nonché dell’assistenza post vendita del velivolo in tutto il mondo.
Il 30 marzo Finmeccanica ha perfezionato l’acquisto da BAE Systems del 25% di Selex Sensors and Airborne Systems S.p.A. per un esborso complessivo di circa 400 milioni di euro.
Il 5 aprile Alenia Aeronautica e lo TsAGI, Istituto Centrale di Aero-idrodinamica russo, hanno firmato un accordo di collaborazione per la ricerca, lo sviluppo e la progettazione di aerostrutture per velivoli civili e per progetti congiunti nel campo dell’aerodinamica avanzata.
Il 4 aprile è stato perfezionato il subentro di Thales ad Alcatel Lucent nelle joint venture nel settore spaziale Alcatel Alenia Space (ridenominata Thales Alenia Space) e Telespazio.
Il 17 aprile Finmeccanica ha esercitato il diritto di acquisto sulle azioni residue Datamat (squeeze out), al prezzo di 10,040 euro per azione, dopo la conclusione dell’OPA residuale e il contestuale delisting della società avvenuto nei primi giorni del 2007. Finmeccanica è ora azionista unico di Datamat. Successivamente all’acquisizione dell’intero capitale sociale di Datamat S.p.A., è stato attivato il processo di fusione tra Datamat S.p.A. ed Elsag S.p.A. perfezionato in data 1° agosto.
Il 13 giugno, Finmeccanica, attraverso Alenia North America (società controllata da Alenia Aeronautica), in team con L-3 e Boeing, si è aggiudicata un’importante commessa negli Stati Uniti. Il C-27J, progettato, sviluppato e prodotto da Alenia Aeronautica, è stato infatti scelto dall’Esercito e dall’Aeronautica USA come nuovo velivolo da trasporto tattico nell’ambito del programma congiunto JCA (Joint Cargo Aircraft). Al team C-27J, guidato da L-3 Integrated Systems con Alenia North America, Boeing Integrated Defence Systems e Global Military Aircraft Systems (GMAS, società posseduta al 50% da Alenia Aeronautica e al 50% da L-3), è stato assegnato un contratto iniziale del valore di 2,04 miliardi di dollari per la fornitura di 78 velivoli. I piani delle Forze Armate statunitensi prevedono l’acquisizione di 145 velivoli di cui 75 destinati all’Esercito e 70 all’Aeronautica, con una previsione complessiva di 207 velivoli entro 10 anni, per un valore stimato di 6 miliardi di dollari.
Alla fine di agosto il Government Accountability Office (GAO) statunitense per la seconda volta ha richiesto all’Aeronautica Militare americana di riconsiderare la decisione del novembre 2006 con la quale era stata assegnata alla Boeing la gara per i 141 elicotteri da ricerca e soccorso. A seguito di ciò l’assegnazione del contratto è stata annullata con la riapertura della gara alla quale il consorzio formato da Finmeccanica (AgustaWestland Bell) e Lockheed Martin parteciperà in base ai requisiti che verranno richiesti.
Il 26 settembre Elsag Datamat ha finalizzato attraverso la propria controllata Elsag Inc. l’acquisizione del 100% della società statunitense Remington Elsag Law Enforcement Systems (“Reles”), rafforzando in questo modo la propria presenza sul mercato internazionale della sicurezza.
Il 9 ottobre Ansaldo Fuel Cells, una società di Finmeccanica coordinata da Ansaldo Energia, e L-3 Communications Combat Propulsion Systems hanno siglato un accordo di collaborazione per lo sviluppo e la commercializzazione di sistemi di generazione di energia con celle a combustibile. L’accordo prevede una cooperazione tra le due aziende per realizzare attività di marketing nel territorio statunitense e di sviluppo - prodotto congiunto nel settore militare, nonché la possibilità di costituire una joint-venture per offrire servizi e prodotti al Governo USA.
Il 29 novembre Finmeccanica ha annunciato il lancio di un’offerta pubblica di acquisto (OPA) in contanti per l’acquisizione della Vega Group Plc (Vega), società britannica quotata alla Borsa di Londra e attiva nei settori Difesa, Aerospazio e servizi governativi per un valore complessivo di circa 61,6 milioni di sterline su base fully diluited (circa 90 milioni di euro). Il 30 novembre Finmeccanica ha acquistato sul mercato il 28,2% del capitale sociale di Vega. Il 30 gennaio 2008, Finmeccanica ha perfezionato l’acquisto del 65,1% del capitale di Vega, portando la partecipazione totale al 93,3%. Inoltre, avendo raggiunto le soglie previste dalla normativa vigente, Finmeccanica ha attivato il delisting alla Borsa di Londra nonché l’acquisto forzato (tramite il c.d. squeeze out) delle azioni residue non portate in OPA. Le azioni Vega sono state cancellate dalla Borsa di Londra il 13 febbraio 2008, mentre lo squeeze-out dovrebbe completarsi entro marzo 2008.
Il 30 novembre, Finmeccanica e Thales hanno firmato un Memorandum di Intesa, al fine di proporre, sviluppare e realizzare un progetto integrato per la sicurezza marittima europea (Maritime Security & Safety, MSS), nel quadro di un’iniziativa comune denominata SEASAME. L’iniziativa congiunta, che riguarda i settori dell’ambiente e della sicurezza, si propone di fornire una risposta globale e multidisciplinare in materia di gestione delle aree marittime europee ed offre prospettive e soluzioni per uno sviluppo ottimale delle attività marittime.
Il 30 novembre, Finmeccanica, Thales e DCNS hanno sottoscritto documento congiunto (Heads of Agreement) per la creazione di una partnership italo-francese nel settore dei sistemi di difesa subacquei. L’accordo sarà volto alla creazione di tre joint venture: Torpedo Program JV (51% Finmeccanica e 49% Thales), che si occuperà delle attività di ingegneria, progettazione e sviluppo (Design Authority), marketing e vendita dei sistemi di difesa subacquei, nonché delle attività di gestione dei programmi; Torpedo Manufacturing JV (51% DCNS e 49% Finmeccanica), che sarà dedicata alla produzione di siluri e alle attività di supporto, nonché all’ingegnerizzazione, al collaudo e alla produzione dei moduli energetici; Sonar JV (51% Thales e 49% Finmeccanica), che sarà impegnata nella progettazione, sviluppo e produzione di teste acustiche insieme alle relative attività di supporto.
Dal 1° gennaio 2008 è attivo il nuovo marchio Selex Galileo che verrà utilizzato da Galileo Avionica S.p.A e Selex Sensors and Airborne Systems Ltd per offrire al mercato un fronte unico, di maggior peso, nei comparti della sensoristica, dell'elettro-ottica, della guerra elettronica e degli Unmanned Aerial Vehicle tattici.
Il 27 febbraio 2008 Ansaldo Fuel Cells, una società di Finmeccanica coordinata da Ansaldo Energia, e Enel hanno firmato un accordo di collaborazione per sviluppare, realizzare e testare un impianto di generazione a celle a combustibile a carboni fusi. Tale accordo rappresenta l’avvio di una importante collaborazione nell’ambito dello sviluppo della suddetta tecnologia.

Evoluzione prevedibile della gestione nel 2008

Negli ultimi cinque anni il Gruppo Finmeccanica ha perseguito e raggiunto obiettivi di natura strategica ottenendo così un rafforzamento del proprio posizionamento globale (raddoppio dei ricavi nei settori Elicotteri, Aeronautica ed Elettronica per la Difesa e Sicurezza con un conseguente pieno controllo sui core asset), una maggiore internazionalizzazione (raddoppio degli ordini export) e un’innovazione dei propri prodotti d’eccellenza. Tale percorso ha permesso al Gruppo di incrementare la propria competitività e profittabilità, aumentando la redditività di circa il 35% e generando una creazione di valore che, oltre agli investimenti necessari allo sviluppo dei prodotti e a importanti acquisizioni selettive, ha permesso una crescente remunerazione agli azionisti.
Per affrontare le nuove sfide del mercato il Gruppo ha deciso di avviare nuove azioni adeguate a garantire una crescita solida, ordinata e costante della propria redditività e un miglioramento dei flussi di cassa. Tali obiettivi possono realizzarsi con azioni a breve termine quali: - una riduzione percentuale dei costi general & administrative grazie alla razionalizzazione dei processi ed il contenimento delle spese per prestazioni e consulenze; - una revisione degli investimenti attraverso una attenta selezione degli stessi, un monitoraggio costante delle possibili sinergie tra le aziende e una oculata gestione delle risorse dedicate; - una riduzione del costo del prodotto con azioni continue di miglioramento negli acquisti, indirizzando e supportando le aziende nelle attività di approvvigionamento verso paesi a basso costo e con iniziative a medio termine che includono una razionalizzazione del portafoglio prodotti, anche tra le aziende del Gruppo, finalizzato a concentrare i settori sui propri livelli di eccellenza.
Prima di passare, infine, alle indicazioni di crescita delle principali grandezze del Gruppo, è importante ricordare che la consistenza del portafoglio ordini al 31 dicembre 2007, definita in base alla sua lavorabilità, è tale da garantire una copertura pari all’82% della produzione prevista nel prossimo esercizio.
Sulla base delle indicazioni fin qui esposte si prevede, nell’esercizio 2008, una crescita complessiva dei ricavi del Gruppo compresa tra il 6% e l’11% con un incremento dell’EBITA Adj* compreso tra il 12% e il 19% rispetto all’esercizio precedente. Per il 2009 si stima inoltre un’ulteriore crescita tra il 6 e il 7% per quanto riguarda i ricavi, mentre l’incremento dell’ EBITA Adj* dovrebbe essere compreso tra l’11 e il 15%.
Si prevede, inoltre, che per il 2008 il FOCF (Free Operating Cash Flow) si attesterà a livelli comparabili con quelli del 2007, dopo aver fatto fronte ai consistenti investimenti per lo sviluppo dei prodotti necessari al sostenimento della crescita che, come nel corrente esercizio, si concentreranno in special modo nei settori dell’Aeronautica, degli Elicotteri e dell’Elettronica per la Difesa e Sicurezza.

Andamento della gestione nel settore Aerospazio e Difesa e negli Altri settori.

(* EBITA Adj = risultato operativo ante eventuali impairment dell'avviamento, ante ammortamenti di immobilizzazioni valorizzate nll'ambito di business combination, ante oneri di ristrutturazione, nell’ambito di piani definiti e rilevanti, ante altri oneri o proventi di natura non ordinaria, riferibili, cioè, ad eventi di particolare significatività non riconducibili all’andamento ordinario dei business di riferimento.)

(Da un comunicato stampa Finmeccanica, Roma – 17 marzo 2008)

Finmeccanica improved its results in 2007 through organic growth, confirming the stability and quality of its development strategy. Revenues grew 8% to EUR 13,429 million from EUR 12,472 million in 2006. Adj. EBITA* increased 11% to EUR 1,045 million, in particular in the Aeronautic Defence and Security sectors. Adj. EBITA* grew more than EUR 200 million. Net profit was EUR 521 million. Excluding extraordinary operations that affected both 2007 and 2006, net profit grew 49%, to EUR 503 million from EUR 337 million. Free Operating Cash Flow at 31 December 2007 was a positive EUR 375 million.
New orders rose 14% to EUR 17,916 million; the order backlog grew 10% to EUR 39,304 million, equivalent to about three years of production. ROI rose to 18.9% compared to 17.7% in 2006, reflecting Group management’s focus on profitable investments. Net financial debt amounted to EUR 1,158 million, versus EUR 858 million at 31 December 2006. The Group’s balance sheet remains sound (debt/equity ratio: 21%).
Earnings per share (EPS) excluding extraordinary operations and minority interests jumped 53% compared to 2006. Investment in research and development totalled EUR 1,836 million(+3%), equivalent to 14% of revenues. The headcount stood at 60,748 employees, versus 58,059 at 31 December 2006. The increase of 2,689 was due to a positive turnover and growth in activities.

2007 Highlights and Significant Events Since the End of the Period

On 7 February, AgustaWestland and Boeing signed a Memorandum of Understanding for the joint production of the next generation of Chinook logistical transport helicopters for the Italian army, and for other future vertical take-off aircraft programmes.
On 9 February Russian Railways (RZD), the Italian rail operator Ferrovie dello Stato and Finmeccanica signed a Memorandum of Understanding relating to joint international projects, notably in the area of highspeed rail travel. The first initiative under the partnership will relate to the EUR 6,000 million project to build a high-speed rail link between Jeddah, Mecca and Medina in Saudi Arabia. In March, Finmeccanica signed a further industrial partnership agreement with Russian Railways, which sets out timetables and procedures for priority projects such as the development of a new regional train, safety and security systems, and a satellite system for Earth observation. On 5 July, Finmeccanica, Ferrovie dello Stato and Russian Railways qualified for the first stage of the Saudi high-speed rail link bidding process.
On 14 February, Selex Sistemi Integrati and the Indian company Bharat Heavy Electricals Ltd (BHEL) signed a Memorandum of Understanding for cooperation in the field of radar and associated technology.
On 20 February, an intergovernmental agreement was signed by the Italian Ministry for Economic Development and Russia’s Industry and Energy Ministry related to the industrial partnerships formed between Finmeccanica and Sukhoi Aviation Holding and their respective subsidiaries Alenia Aeronautica SpA and Sukhoi Civil Aircraft Company (SCAC) to work on the 75-100-seat SuperJet 100 family of regional jets. In June, Alenia Aeronautica SpA signed an agreement with SCAC to purchase a 25% plus one share stake in SCAC and will have the right to a corresponding stake in the SuperJet programme. In September, Alenia Aeronautica and Sukhoi formed a joint venture (51% Alenia Aeronautica, 49% Sukhoi) based in Italy responsible for marketing, sales and delivery of the Superjet in Western markets, as well as after-sales service worldwide.
On 30 March, Finmeccanica acquired 25% of Selex Sensors and Airborne Systems S.p.A. from BAE Systems for a total consideration of around EUR 400 million.
On 5 April, Alenia Aeronautica and TsAGI, Russia’s Central Aerohydrodynamics Institute, signed a cooperation agreement in the research, development and design of aerostructures for civil aircraft and for joint projects in advanced aerodynamics.
On 4 April, Thales replaced Alcatel Lucent in the joint ventures Alcatel Alenia Space (renamed Thales Alenia Space) and Telespazio.
On 17 April Finmeccanica exercised its squeeze-out rights on residual Datamat shares at a price of EUR 10.040 per share, following a public tender offer for the remaining shares and the delisting of the company in early 2007. Finmeccanica is now the sole shareholder of Datamat. After acquiring 100% of the Datamat share capital, Finmeccanica began the process of merging Datamat and Elsag SpA, which was completed on 1 August.
On 13 June, Finmeccanica won an important new order in the US through its subsidiary Alenia North America (Alenia Aeronautica), in partnership with L-3 and Boeing. The C-27J – designed, developed and manufactured by Alenia Aeronautica – has been chosen by the US Army and Air Force as the new tactical transport aircraft for the Joint Cargo Aircraft (JCA) programme. The C-27J team, headed by L-3 Integrated Systems with Alenia North America, Boeing Integrated Defence Systems and Global Military Aircraft Systems (GMAS is a 50-50 Alenia Aeronautica and L-3 joint-venture), was awarded an initial contract worth USD 2,040 million to provide 78 aircraft. The US armed forces plan to buy 145 aircraft initially – 75 for the Army and 70 for the Air Force – and a total of 207 in the next ten years, with an estimated value of USD 6,000 million.
At the end of August, the US Government Accountability Office (GAO) for the second time requested that the US Air Force reconsider the decision made in November 2006 to award Boeing a contract for 141 search and rescue helicopters. The award was then cancelled and the contract re-tendered, enabling the consortium formed by Finmeccanica (AgustaWestland Bell) and Lockheed Martin to bid in accordance with tender requirements.
On 26 September, Elsag Datamat completed the acquisition of 100% of the US company Remington Elsag Law Enforcement Systems (RELES) made through Elsag Datamat’s subsidiary Elsag Inc., thus strengthening the Group’s presence in the global security market.
On 9 October, Ansaldo Fuel Cells, a Finmeccanica company managed by Ansaldo Energia, and L-3 Communications – Combat Propulsion Systems signed an agreement for the joint development and marketing of fuel cell power generation systems. Under the agreement, the two companies will cooperate on marketing activities in the US and product development in the military sector. The agreement also envisages a possible joint venture that would offer services and products to the US government.
On 29 November, Finmeccanica announced a cash takeover bid of 280 pence per share for Vega Plc, a UK company listed on the London Stock Exchange operating in defence, aerospace and government services. The offer is worth a total of approximately GBP 61.6 million on a fully-diluted basis (around EUR 90 million). On 30 November, Finmeccanica acquired 28.2% of Vega’s share capital through open market operations while on 7 December, the offer period commenced, the successful conclusion of which was subject to certain conditions that included obtaining a minimum of 90% of Vega's share capital. On 30 January 2008, the offer became irrevocable with the receipt of acceptances representing 65.1% of Vega’s share capital which, together with the shares already purchased on the open market, brought Finmeccanica’s total shareholding to 93.3% and payment of the purchase consideration was made. In addition, having reached the statutory minimum and as announced in the Offer Document, Finmeccanica applied to delist Vega‘s shares from the London Stock Exchange and the mandatory acquisition (by squeeze out) of the remaining shares not included in the takeover bid. Vega shares were delisted from the London Stock Exchange on 13 February 2008 and the squeeze-out is expected to be completed by March 2008.
On 30 November, Finmeccanica and Thales signed a Memorandum of Understanding for the proposal, development and implementation of an integrated project for European maritime safety (Maritime Security & Safety, as part of the joint undertaking called SEASAME. The joint effort in the areas of environment, safety and security sectors will aim to offer a global, multidisciplinary response for the management of European maritime regions and offer solutions for the optimal development of maritime activities.
Also on 30 November, Finmeccanica, Thales and DCNS signed Heads of Agreement for cooperation between France and Italy in the submarine defence sector. The agreement will seek to create three joint ventures: a Torpedo Program JV (51% controlled by Finmeccanica and 49% by Thales) for the engineering, design and development (Design Authority), and marketing and sales of submarine defence systems as well as its programme management; a Torpedo Manufacturing JV (51% DCNS and 49% Finmeccanica) for the production of torpedoes and the provision of support services as well as the engineering, testing and production of energy modules; and a Sonar JV (51% Thales and 49% Finmeccanica) for the design, development and production of acoustic heads along with the provision of support services.
The new Selex Galileo brand was introduced on 1 January 2008, which will be used by Galileo Avionica SpA and Selex Sensors and Airborne Systems Ltd. to provide a united, strengthened presence in the market segment for sensors, electro-optics, electronic warfare and tactical unmanned aerial vehicles.
On 27 February 2008, Ansaldo Fuel Cells, a Finmeccanica company managed by Ansaldo Energia and Enel, signed an agreement for the joint development, implementation and testing of a molten carbonate fuel cell power station. The agreement marks an important milestone in the development of that technology.

2008 OUTLOOK

Over the past five years, the Finmeccanica Group has set and achieved strategic objectives that have strengthened its global positioning (doubling revenues in Helicopters, Aeronautics, Defence Electronics and Security sectors and thus achieving full control over core assets), brought greater internationalisation (doubling of export orders), and enabled further innovations to its cutting-edge products. These achievements have in turn brought the Group improved competitiveness and profitability, increasing margins by about 35% and creating value that, besides providing the funds needed for product development and significant selective acquisitions, has allowed for increased shareholder remuneration.
In the face of new market challenges, the Group has decided to launch new initiatives designed to secure robust and steady earning growths and more abundant cash flows. These objectives should be achieved thanks to a number of short-term initiatives that include: - reducing general and administrative expenses as a percentage of sales by streamlining procedures and containing external services and consultancy costs; - revising investment plans via meticulous selection, constant monitoring of possible synergies between companies and careful management of dedicated resources; - reducing product costs through ongoing improvements to procurement processes, encouraging companies to source their supplies from low-cost countries. Medium-term initiatives include the optimising the product portfolio across all Group companies, with a view to concentrating business activities on specific areas of excellence.
Before moving on to a review of growth in the Group's main divisions, it is important to note that the Group's order backlog at 31 December 2007 was sufficient to cover 82% of expected production for 2008.
On the basis of the forecasts set out above, the Group expects to post revenue growth of between 6% and 11% in 2008, while Adj. EBITA* is forecasted to rise by 12%-19% over the previous year. In 2009, the Group expects to post revenue growth of between 6% and 7%, while Adj. EBITA* is forecasted to increase by between 11% and 15%.
Free operating cash flow (FOCF) in 2008 are expected to be broadly similar to 2007 levels, after making the significant investments in product development needed to sustain growth. These investments, as in 2007, will be concentrated in the Aeronautics, Helicopters and Defence Electronics and Security businesses.

Results by division: Aerospace and Defence and other divisions.

(* Adj. EBITA = Operating result before any impairment in goodwill, before amortisations of intangibles acquired under business combination, before reorganization costs that are a part of significant, defined plans, before other exceptional costs or income, i.e. connected to particularly and before significant events that are not related to the ordinary performance of the business.)

(From a press release by Finmeccanica, Rome, Italy – March 17, 2008)